login
Sei in : Stagione 2016 > GRANDI INTERPRETI

GRANDI INTERPRETI

Martedì 15 marzo 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

 

Budapest Festival Orchestra

Coro femminile dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Coro di voci bianche del Teatro Comunale di Bologna

Gerhild Romberger mezzosoprano
Iván Fischer direttore


Gustav Mahler
Sinfonia n.3 in re minore



La Budapest Festival Orchestra è una delle maggiori formazioni sinfoniche d’Europa. Georg Solti ne è stato il direttore principale sino alla morte, mentre Iván Fischer responsabile musicale da un trentennio. Il maestro ungherese ha studiato a Vienna con Hans Swarowski, il docente di Abbado, Mehta e Sinopoli, e rappresenta con fedeltà il pensiero mitteleuropeo. Tra le sinfonie di Mahler la Terza è con l’Ottava la meno eseguita anche per il sontuoso organico. Dice l’autore: «La mia sinfonia sarà qualcosa che il mondo non ha ancora udito». Scritto nel 1896, questo capolavoro segna una cosmica immersione nel mondo della natura.



Sabato 19 marzo 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

Stuttgart Barockorchester und Kammerchor

Frieder Bernius direttore

Anja Petersen, Sophie Harmsen
Tilman Lichdi, Ludwig Mittelhammer
Thilo Dahlmann solisti

 

Johann Sebastian Bach
Passione secondo Giovanni BWV 245

 

 

con sopratitoli in italiano



Frieder Bernius è il creatore e il direttore di due complessi tedeschi di fama internazionale, la Barockorchester e il Kammerchor Stuttgart. È un musicista molto sapiente nelle tecniche ricostruttive, che adotta con ariosa severità. Nella Passione secondo Giovanni, composta nel 1721, Bach costruisce un grandioso polittico musicale conciliando la tradizione luterana con le più avanzate opzioni linguistiche del tempo. Di conseguenza: da un lato corali luterani e una recitazione molto caratterizzata nella figura dell’Evangelista; dall’altro personaggi scolpiti con un impulso teatrale e arie che sospendono a tratti l’azione in un toccante lirismo. I cori narrativi sono di forte espressione drammatica.

 

logo GD

 

 

 

 

 

 

Mercoledì 6 aprile 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

 

Manchester Camerata

Gábor Takács-Nagy direttore

Martha Argerich pianoforte

 


Wolfgang Amadeus Mozart
Sinfonia n.1  in mi bemolle maggiore K.16
 
Ludwig van Beethoven
Concerto n.1  in do maggiore op.15
 
Wolfgang Amadeus Mozart
Sinfonia n.41  in do maggiore  K.551 “Jupiter”


La Manchester Camerata, un’orchestra da camera con organici allargati (una cinquantina di elementi) è apprezzata per la forte disciplina e la conoscenza dello stile classico. La penetrazione del gusto viennese è favorita dal direttore ungherese Gábor Takács-Nagy che è anche un profondo camerista, il primo violino di un celebre quartetto con il suo nome. Martha Argerich continua a frequentare Bologna Festival: un privilegio particolare per la nsotra istituzione. La grande pianista da qualche anno ritorna ai classici, Mozart come Beethoven. Sono versioni illuminate dalla luce del suono con una sensibilità preromantica.

 

 

 

 

 

 

 

 

Martedì 19 aprile 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI
 

Grigory Sokolov pianoforte

 

Robert Schumann
Arabeske in do maggiore op.18

 

Robert Schumann
Fantasia in do maggiore op.17

 

Fryderyk Chopin
Notturno in si maggiore op.32 n.1
Notturno in la bemolle maggiore op.32 n.2

 

Fryderyk Chopin
Sonata n.2 in si bemolle minore op.35

 


Grigory Sokolov discende dal pianismo epico della scuola russa. Ma è una epicità “raffreddata” mediante sofisticate griglie razionali. Coesistono in questo interprete grandiosità e gusto miniaturistico, mirabilmente artificiale in un caleidoscopio timbrico molto moderno. Il repertorio spazia da Mozart a Skrjabin, tra nostalgie russe e romanticismo austro-tedesco. In Chopin coesistono le due anime dell’interprete: l’eloquenza e la sottigliezza analitica.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 30 aprile 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

 AMERICA NOVECENTO I

Uri Caine Ensemble plays Gershwin

 

Uri Caine pianoforte

Theo Bleckmann voce

Barbara Walker voce
Ralph Alessi tromba

Chris Speed sax tenore, clarinetto
Joyce Hammann violino

Mark Helias contrabbasso

Jim Black batteria  


concerto in doppio abbonamento con Il Nuovo l'Antico - America Novecento

 

 

 

Uri Caine è un grande pianista jazz, che conosce anche i segreti della musica “alta” (quasi un seguace della lezione di Keith Jarrett). A conferma del suo interesse per il repertorio tradizionale figura la recente collaborazione con Mario Brunello. La sua creatività si è espressa anche nella direzione artistica della Biennale Musica, impostata su un duplice piano culturale, nell’incontro tra musica colta ed extracolta. Torna al Bologna Festival, dopo il concerto del 2003, con il suo autorevole ensemble strumentale e due voci per un ritratto di George Gershwin. Il concerto è in doppio abbonamento e fa parte anche del ciclo America Novecento.  
 
  


 

 

 

Domenica 8 maggio 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

 

Si comunica che il Maestro Vladimir Jurowski, per motivi di salute, non potrà dirigere i concerti previsti nella tournée europea con la Chamber Orchestra of Europe e sarà sostituito da Thierry Fischer, che ringraziamo per la disponibilità.
Trattandosi di causa di forza maggiore riguardante il direttore, che non prevede l'annullamento del concerto, i biglietti non saranno rimborsabili a nessun titolo.

La Direzione di Bologna Festival

 

Chamber Orchestra of Europe

Thierry Fischer direttore

Patricia Kopatchinskaja violino

 

Mieczysław Weinberg
Sinfonia n.10 op.98 “Trascendenza”

Sergej Prokof’ev
Concerto per violino n.2 op.63

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n.7 op.92


Patricia Kopatchinskaja, astro emergente del nuovo violinismo, è molto apprezzata anche per la duttilità del repertorio: barocco (condivide le ricerche della nuova filologia), classico-romantico e moderno fino alle ultime avanguardie. La violinista moldava collabora con le maggiori orchestre, come i Berliner Philharmoniker o la London Philharmonic. Thierry Fischer, già primo flauto della COE e ora direttore musicale della Utah Symphony,  dirige la Chamber Orchestra of Europe nella  tournée europea 2016. Ad apertura del programma, la Sinfonia “Trascendenza” del sovietico Weinberg, che si dichiarava allievo di Šostakovič, subendone l’influenza con un polistilismo molto comunicativo.






Martedì 17 maggio 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

CONCERTO STRAORDINARIO

FUORI ABBONAMENTO


"Sogno di una notte di mezza estate"

Giancarlo Giannini voce

Giovanni Bellucci pianoforte

 

testi di William Shakespeare
musiche di Alkan, Beethoven, Byrd, Busoni, Chopin, Liszt

 

a favore di  logo_AIRC


VIDEO DI PRESENTAZIONE

 

 

Il recital di Giancarlo Giannini e di Giovanni Bellucci è un singolare incontro di letteratura e musica. L’attore particolarmente esperto nell’analisi della parola recita brani di Shakespeare mentre il pianista inventivo, molto stimato come interprete del virtuosismo ottocentesco, offre una scelta di testi musicali ispirati al drammaturgo inglese dal barocco allo stile classico, dalle seduzioni romantiche fino al primo Novecento di Busoni e Prokof’ev. Il concerto è in collaborazione con Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro che da 50 anni finanzia la migliore ricerca oncologica.



Giovedì 19 maggio 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI


Le Concert des Nations

Jordi Savall viola da gamba e direzione

 

 

Johann Sebastian Bach
Offerta musicale BWV 1079


Jordi Savall, direttore e poetica viola da gamba, è presente a Bologna Festival soprattutto nei repertori settecenteschi. L’Offerta musicale dell’ultimo periodo bachiano non reca in gran parte precise indicazioni strumentali. I canoni presentano notazioni astratte che attendono di volta in volta una pratica realizzazione esecutiva. Solo l’ultimo brano, la Sonata per flauto traverso, violino e continuo, è totalmente definito secondo le modalità della musica da camera del tempo. Savall è uno strumentista che crede nella filologia con libertà, senza sterilità neoclassica, come nel suo complesso Le Concert des Nations. Questa realizzazione dell’Offerta musicale è molto espressiva e vivifica l’astrazione polifonica.






Mercoledì 25 maggio 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI

Benjamin Grosvenor pianoforte


Felix Mendelssohn-Bartholdy
Preludio e fuga in mi minore op.35
Preludio e fuga in fa minore op.35

Fryderyk Chopin
Sonata n.2 in si bemolle minore op.35

Maurice Ravel
Le tombeau de Couperin

Franz Liszt
Venezia e Napoli
da Années de pèlerinage, Deuxième année, Italie


Il ventitreenne inglese Benjamin Grosvenor è una rivelazione del nuovo pianismo internazionale. Una tecnica lucida e irreprensibile, un fraseggio insieme rigoroso e creativo gli consentono di affrontare molteplici repertori. Bach costituisce il cardine del suo mondo esecutivo, la premessa delle versioni romantiche e novecentesche. Grosvenor presenta un programma composito, a dimostrazione della propria duttilità musicale. Poco conosciuti sono i Preludi e fughe di Mendelssohn, uno sguardo rivolto al Clavicembalo ben temperato. Inoltre uno Chopin architettonico, un Ravel neoclassico, un Liszt fastoso della maturità.








Martedì 31 maggio 2016 ore 20.30

TEATRO MANZONI
 

Europa Galante

Fabio Biondi violino e direzione

Monica Piccinini, Anicio Zorzi Giustiniani
Moisés Marín García solisti

 

Antonio Vivaldi
Sinfonia "Il Coro delle Muse" RV 149
Sinfonia da “La Griselda” RV 718 
Sinfonia da “Ercole sul Termodonte” RV 710
Sonata op.1 n.12 "La follia" RV 63

Claudio Monteverdi
Combattimento di Tancredi e Clorinda
movimenti scenici a cura di Walter Le Moli


Il concertismo italiano emerge a livello europeo nei complessi da camera specializzati. Fabio Biondi, violinista e direttore, leader dell’Europa Galante esplora repertori rari con appassionata curiosità. Il programma è veneziano: tre Sinfonie di melodrammi vivaldiani preludono al Combattimento di Tancredi e Clorinda, il cui aspetto “rappresentativo” può legittimamente essere realizzato anche in forma di concerto. Si trascorre dalla decorazione vivaldiana alla declamazione drammatica monteverdiana: due pannelli che dichiarano la ricchezza della cultura lagunare. L’Europa Galante ha molto approfondito le prassi esecutive storiche.

 

 

 

 

 

 

 



Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Cookie Policy Ok