Uno spettacolo musicale per bambini in omaggio a Claudio Abbado e al suo lavoro con i giovani: La Casa dei suoni va in scena sabato 19 gennaio (ore 16 e ore 18) e domenica 20 gennaio (ore 11, 16, 18) al DAMSLab-Teatro di Bologna (Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, in Piazzetta P. P. Pasolini 5b). È una produzione di Bologna Festival nell’ambito della rassegna di musica classica per bambini Baby BoFe’. La Casa dei suoni si ispira all’omonimo libro di Claudio Abbado e racconta l’infanzia musicale del futuro direttore d’orchestra, figlio di un “padre violino” e una “madre pianoforte”. Nella ricorrenza del quinto anniversario della scomparsa del grande direttore, lo spettacolo è un omaggio all’impegno costante che il Maestro ha rivolto alle nuove generazioni, certo dell’importanza che riveste nella vita di ognuno di noi il crescere con la musica. Tutto si svolge in uno spazio scenico speciale, il salotto di casa Abbado, dove risuonano le musiche dei compositori prediletti dal grande direttore: Bach, Mozart, Beethoven, Debussy, Verdi, Bartók, Mahler, Nono. Un percorso interattivo tra suoni, immagini e parole, dove il pubblico si trova fianco a fianco con gli attori e il violinista, immerso nella musica. Programmato più volte nell’arco della giornata, lo spettacolo è curato da Emanuele Gamba (riduzione scenica e regia) e Roberto Abbiati (scenografia) e vede la partecipazione di due attori della Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone” e del violinista Daniele Negrini.  Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con la Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”, Teatro Comunale di Bologna, Fondazione Claudio Abbado e Babalibri; un particolare ringraziamento al Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna che ha concesso l’uso dei propri spazi.

Per Informazioni e acquisto biglietti online www.bolognafestival.it

Biglietteria DAMSLab Teatro (Piazzetta Pierpaolo Pasolini 5b), il giorno stesso dello spettacolo, un’ora prima dell’inizio

 

Disponibilità di posti limitata per ogni recita.