A causa del perdurare dell’emergenza da COVID-19 a livello globale, tutti i concerti previsti nei mesi di aprile e maggio sono temporaneamente sospesi. Saranno riprogrammati, nei termini possibili, tenendo conto degli sviluppi della situazione sanitaria, della disponibilità degli artisti e dei teatri.

I Concerti

“Stiamo lavorando ad un nuovo calendario – afferma Maddalena da Lisca, sovrintendente di Bologna Festival – che presenteremo appena possibile, una volta chiariti i termini relativi alla ripresa degli eventi pubblici.

Desideriamo ringraziare il nostro pubblico per la pazienza e la vicinanza che ci sta dimostrando in questo frangente. Siamo riconoscenti a tutti gli sponsor ed i sostenitori che pur in un clima di incertezza non mancano di confermaci il loro solidale contributo.

Da parte nostra cerchiamo di affrontare questa situazione al meglio per difendere per quanto possibile la programmazione artistica ma anche a tutela di artisti, agenti, tecnici e di coloro che a vario titolo collaborano con Bologna Festival. Tutti si trovano a dover superare, spesso con grandi difficoltà, l’imprevedibile emergenza Covid-19.

Potrebbero esserci dei concerti che non si riescono a riprogrammare e siamo grati sin d’ora a chi decidesse di rinunciare al rimborso della relativa quota parte dell’abbonamento.
Abbiamo in mente di finalizzare questo aiuto su un progetto specifico e in ogni caso sarà senz’altro dato rilievo ai nomi di chi ci vorrà aiutarci con questo gesto di amicizia”.

Servizi di Biglietteria e Rimborsi

I servizi di biglietteria (online e Bologna Welcome) sono temporaneamente sospesi.

Nel caso in cui non sia possibile riprogrammare alcuni concerti delle rassegne di primavera Grandi Interpreti e Talenti, le informazioni per ottenere il recupero della relativa quota parte dell’abbonamento saranno comunicate via mail agli abbonati, nel sito www.bolognafestival.it e nei canali social di Bologna Festival.