ILNUOVO L'ANTICO

Martedì 24 settembre 2019 – ore 20:30

ORATORIO DI SAN FILIPPO NERI

BACH-HÄNDEL I

La Venexiana

 «Duetti italiani»

Rispetto alla scena operistica fra due personaggi, il duetto da camera consente di indugiare in sottigliezze compositive improponibili alla varia umanità di una sala di teatro pubblico, sperimentare inedite soluzioni vocali e strumentali, regalare le spezie piccanti di modulazioni inattese. In questo genere vivo e seducente il giovane Händel trovò predecessori e rivali italiani come Antonio Lotti, Agostino Steffani e Giovanni Bononcini, le cui partiture circolavano “in prima visione” sui leggii di teste coronate e varia nobiltà in giro per l’Europa.

Georg Friedrich Händel 

Va’ speme infida (a due soprani)

Caro autor di mia doglia (a due soprani)

 

Domenico Gabrielli

Sonata in la maggiore a violoncello solo

 

Giovanni Bononcini

Chi d’amor tra le catene (a due soprani)  

dai “Duetti da camera” op.8 (Bologna, Marino Silvani 1701)

 

Georg Friedrich Händel 

Quel fior che all’alba ride (a due soprani)

Ahi nelle sorti umane (a due soprani)

Amor gioie mi porge (a due soprani)

 

Domenico Gabrielli

Sonata in sol maggiore a violoncello solo

 

Giovanni Bononcini

Quanto è cara (a due soprani)

dai “Duetti da camera” op.8 (Bologna, Marino Silvani 1701)

 

Georg Friedrich Händel 

No, di voi non vo’ fidarmi (a due soprani)

Prezzi Biglietti
posto unico€ 22

 

Oratorio di
San Filippo Neri

via Manzoni 5

Bologna