banner sito notesulregistro2021

istantanee musicali

data da concordare 
 

I CONCERTI BRANDEBURGHESI DI BACH: UNA RICETTA ORIGINALE SU UNA BASE ITALIANA

Webinar rivolto alle scuole secondarie di secondo grado con esempi musicali audiovideo o eseguiti al pianoforte. L’incontro, curato da Fabio Sartorelli, viene svolto attraverso le piattaforme TEAMS, MEET o ZOOM e ha una durata di circa un’ora.

I Concerti Brandeburghesi di Bach non si possono in alcun modo etichettare. Sono concerti grossi? Sono concerti per strumenti soli? Sono concerti di gruppo? O sono tutte queste cose insieme? Qualunque cosa essi siano, hanno come base l’estro e l’invenzione italiani. Perché… diciamocelo francamente: senza di noi nemmeno Johann Sebastian Bach sarebbe… l’immenso Johann Sebastian Bach.

Per prenotazioni e informazioni: Bologna Festival, Tel. 051 6493397, Email: notesulregistro@bolognafestival.it

data da concordare

VERDI, UOMO DI TEATRO ALLA RICERCA DEL NUOVO 

 

Webinar rivolto alle scuole secondarie di secondo grado con esempi musicali audiovideo o eseguiti al pianoforte. L’incontro, curato da Fabio Sartorelli, viene svolto attraverso le piattaforme TEAMS, MEET o ZOOM e ha una durata di circa un’ora.

Verdi ha rappresentato l’opera italiana per 50 anni. Si può dire che egli sia stato “l’Opera”, l’imprescindibile punto di riferimento per tutti: per i teatri, per il pubblico, per gli artisti. Il segreto di questo successo è stata la sua costante capacità di rinnovarsi ricercando soggetti e temi sempre nuovi: il tema “politico”, l’orrido, il brutto, l’immorale, la solitudine dei potenti, il difficile rapporto padri-figli. Ma, soprattutto, seppe combattere la superficialità che contrassegnava la “messa in scena” delle opere (e non solo le sue) con brutte scene, costumi sbagliati, assenza totale di qualsiasi coordinamento sulla scena. Verdi diventa così, un po’ per passione e un po’ per necessità, il primo regista, scenografo e light designer dell’opera italiana. Il tutto, mentre la censura interveniva a scompaginare i suoi sogni e i suoi progetti bollando come immorale la sua ricerca del nuovo.

Per prenotazioni e informazioni: Bologna Festival, Tel. 051 6493397, Email: notesulregistro@bolognafestival.it

data da concordare
 

MASCAGNI E VERGA: IL VERISMO VA IN SCENA CON CAVALLERIA RUSTICANA

 

 Webinar rivolto alle scuole secondarie di secondo grado con esempi musicali audiovideo o eseguiti al pianoforte. L’incontro, curato da Fabio Sartorelli, viene svolto attraverso le piattaforme TEAMS, MEET o ZOOM e ha una durata di circa un’ora.

Un giovane compositore ricolmo di belle speranze, partecipa a un concorso per giovani musicisti. Si chiama Pietro Mascagni e vive, come dice lui stesso, “segregato” in una piccola cittadina pugliese. Assieme a due amici, compone il suo compito operistico con tanto entusiasmo ma anche con quella ingenuità figlia della sua età. Si dimentica, ad esempio, di chiedere l’autorizzazione a Giovanni Verga di poter mettere in musica la sua novella, quella Cavalleria Rusticana che l’aveva tanto entusiasmato. Verga accettò ma, più tardi, sollevò tutta una serie di questioni legate al diritto d’autore. Si finirà in tribunale e ciò che ne seguirà farà di Cavalleria un capolavoro nato alla sbarra.

Per prenotazioni e informazioni: Bologna Festival, Tel. 051 6493397, Email: notesulregistro@bolognafestival.it

Iniziativa momentaneamente sospesa a causa dell’emergenza Covid-19

«GIOVANI IN SALA» INVITO A CONCERTO

L’emozione dell’ascolto dal vivo di un concerto sinfonico con una grande orchestra e la scoperta di giovani artisti di talento.

L’invito ai concerti serali prevede guide all’ascolto preparatorie tenute presso le scuole. Per ciascuna scuola è possibile partecipare ad un concerto sinfonico della rassegna “Grandi Interpreti” o ad un concerto cameristico della rassegna “Talenti”. L’ingresso al concerto è gratuito e sono disponibili max 30 posti, riservati ad alunni e 2 adulti accompagnatori. È necessario prenotare scrivendo a: notesulregistro@bolognafestival.it